SibarinFestA è un blog amatoriale dedicato alle iniziative di arte musica e cultura della Sibaritide. Uno spazio virtuale pensato per comunicare e far conoscere gli eventi di Sibari e dintorni e, al tempo stesso, per dare ai “naviganti” la possibilità di esprimere pareri, commenti, critiche e considerazioni sulle diverse occasioni proposte. Lo spazio è aperto al contributo di tutti i visitatori che hanno qualcosa da raccontare o semplicemente da segnalare.

Per segnalare notizie, iniziative, critiche e quanto altro ritieni utile far conoscere a noi e agli amici del blog clicca qui.

Ultimi post pubblicati

25 maggio 2008

CineBook: Alla Fiera del Libro (parte seconda)


Una delle poche cose di cui siamo certi è che non esiste una categoria della conoscenza umana di cui non si parli in almeno uno dei tanti e tanti volumi che sono concentrati in questo spazio.
Ci abbandoniamo alla curiosa esplorazione di un viaggiatore che vede scorrere davanti a se un paesaggio mai visto.
Non siamo alla ricerca di qualcosa di preciso, ma, vaghiamo tra i banchi lasciandoci affascinare da ogni genere di volume che può stuzzicare un qualsiasi nostro remoto interesse (a volte con sadismo).
Ecco un banco dove troviamo libri sui popoli: tomi giganti su Micenei, Goti, Turchi, Etruschi, Bretoni, Celti, Minoici, Franchi, Germani.
Viaggiamo dalla Patagonia all’Alaska, dalla Mongolia al Portogallo e infine ci soffermiamo su “Valtellina Valchiavenna e Grigioni” antica cartografia dal XVI al XVIII secolo (Silvia Bianchi); passiamo oltre “La peste in Piemonte” (Massimo Centini), attratti da “Un popolo di formiche” (Tommaso Fiore), reportage in forma epistolare dove l’autore invia a Piero Gobetti delle corrispondenze che raccontano il sud, rappresentando un’ideale anticipazione del “Cristo si è fermato a Eboli” di Carlo Levi.
Fra cani, gatti, orsi, tigri, coccodrilli l’occhio si posa su “Il mio corpo non è un albergo! Giro turistico fra i parassiti” (Nicola Davies, Neal Layton) che dal titolo capiamo di cosa possa parlare indi prendiamo in mano “L’equilibrio degli squali (Caterina Bonvicini) scoprendo trattasi di un romanzo e non un manuale di psicologia sugli animali in oggetto, come abbiamo creduto! Immaginando che i protagonisti non siano proprio dei filantropi, andiamo oltre.
Reparto storie.
“La lunga storia della scuola secondaria” (Antonio Santoni Rugiu) libro pedagogico.
“Storia sociale dell’automobile in Italia” (Federico Paolini): parlerà per caso di crisi e rinascita di qualche industria italiana? Di attrazione e repulsione verso uno status simbol che crea molti problemi ambientali ed ecologici? Non lo sapremo mai! Salvo che non lo si legga.
“Il podio celeste” (Pietro Angelini, Germana Mamone): storia dell’educazione fisica e dello sport in Cina. Questa è un’altra storia.
Ritorniamo a viaggiare: “Nel chiuso di una stanza con la testa in vacanza” (Franca D’Agostini), dieci lezioni sulla filosofia contemporanea. AH!
Ci si imbatte anche in qualche banco che offre musica: dal blues al jazz, dalla classica alla new age, dalle campane tibetane all’arpa celtica.
L’amore per la musica ci spinge a sfogliare “L’oboe e il clarinetto” (Antonio Pizzuto, Lucio Piccolo) per scoprire che è un carteggio (1965-1968) fra i due autori: genere letteratura italiana, collana poesie.
Non osiamo immaginare di cosa può trattare “Yggrasill” (Gianluca Macuni).
Essendo l’ultimo giorno di fiera, ci rendiamo conto che si avvicina l’orario di chiusura quando spuntano gli scatoloni dove, molto amorevolmente, i librai depositeranno le loro creature che ancora non hanno trovato una sistemazione.
Mentre ci avviamo all’uscita, affamati, non solo di letture, mettiamo a fuoco un ultimo titolo: “Non è possibile vivere felici seguendo Epicuro” di Plutarco che avrà avuto sicuramente dei grandi ideali ma noi, in questo momento, solidali con Epicuro, riusciamo ad essere felici soltanto pensando ad una pizza che, trascinandoci il nostro zaino stracolmo, non vediamo l’ora di divorare.
Alla prossima.

0 Vai ai commenti: