SibarinFestA è un blog amatoriale dedicato alle iniziative di arte musica e cultura della Sibaritide. Uno spazio virtuale pensato per comunicare e far conoscere gli eventi di Sibari e dintorni e, al tempo stesso, per dare ai “naviganti” la possibilità di esprimere pareri, commenti, critiche e considerazioni sulle diverse occasioni proposte. Lo spazio è aperto al contributo di tutti i visitatori che hanno qualcosa da raccontare o semplicemente da segnalare.

Per segnalare notizie, iniziative, critiche e quanto altro ritieni utile far conoscere a noi e agli amici del blog clicca qui.

Ultimi post pubblicati

28 febbraio 2008

29 febbraio 2008: la prima “Giornata Europea delle Malattie Rare”


Il 29 febbraio è un giorno per così dire raro: capita solo ogni 4 anni e per questo motivo può rendere molto bene il concetto di rarità. La Giornata delle Malattie Rare, in realtà, vuole essere anche un evento annuale, così si è deciso di anticiparla al 28 febbraio negli anni non bisestili.
Sarà “Un giorno raro per persone molto speciali”, come ricorda lo slogan scelto per la giornata, utile a porre le malattie rare al centro dell’attenzione pubblica europea, ma anche a spezzare l’isolamento delle persone affette da questo particolare tipo di patologie, in special modo quelle per le quali non esiste un network di supporto.
Le malattie rare sono croniche, progressive, degenerative e spesso fatali. Ad oggi non ci sono cure per circa seimila malattie rare, il 75% delle quali colpisce i bambini (fonte Eurordis).
Le persone affette da malattie rare avvertono la forte necessità di migliorare il percorso che porta alla diagnosi, di poter contare su un’informazione di qualità, su un’adeguata assistenza sanitaria e su un agevole accesso alle cure.
Dopo anni di sensibilizzazione svolta esclusivamente dalle associazioni di pazienti, oggi le malattie rare sono una priorità per la Sanità pubblica dell’Unione Europea e per la Ricerca scientifica.
In Italia le malattie rare colpiscono oltre 1 milione di persone. Negli ultimi anni si è rafforzata l’attenzione delle istituzioni, della classe medica e della ricerca pubblica e privata per non lasciare “orfane” di farmaci queste patologie.
Rimane però ancora tanto da fare, sotto molti profili. Per questo EURORDIS, in Europa, e UNIAMO, in Italia, intendono con la Giornata del 29 febbraio, richiamare la necessità di unire le forze per dare speranza ai malati e ai familiari che sono loro accanto.
La Giornata Europea delle Malattie Rare, il 29 febbraio 2008, è l’opportunità per celebrare la diversità delle malattie rare in Italia e in Europa.
(Fonte: Comunicato Stampa UNIAMO)

25 febbraio 2008

Ferro e cartone... G2 live

…coprirò le distanze per venire da te
misurando le forze, quando vento non c'è
in un giorno di sole volerò via da qui
sono ferro e cartone queste mie nuove ali…
…farò in modo che il viaggio sia il più breve che so
e trovato il coraggio da te tornerò
dovrò fare attenzione per non cadere giù
tra rimorso e dolore e non perderti più…


"Ferro e cartone" è anche il brano che ha dato il titolo all’omonimo album del bravo Francesco Renga, ex degli altrettanto bravi Timoria. Eccovi un nuovo video dei G2 ripreso durante il concerto tenuto il 17 dicembre 2007 a Sibari.
Nei prossimi giorni caricherò altri video… voi, se preferite, lasciate un commento.

22 febbraio 2008

CineBook: Candidati autori


Quali requisiti bisogna aver per pubblicare un libro?
Parliamo anche di libri, l’avevamo detto!
Innanzi tutto bisogna avere voglia di comunicare qualcosa.
Ovviamente decide chi scrive cosa esprimere e il modo in cui farlo.
Se poi chi legge non ne condivide lo stile o i contenuti, pazienza!
Se ne può discutere. Dopo aver acquistato il libro! E lettolo (almeno la recensione, per sapere di che parlare).
Ma andiamo con ordine, esiste un passaggio fondamentale nella vita di un libro: la pubblicazione.
Al di là delle fatiche, delle capacità, delle intuizioni dell’autore è indispensabile trovare un editore.
Su questo vogliamo riflettere e possiamo farlo piu’ ampiamente con l’aiuto di due volumi da poco pubblicati dall’editore Terredimezzo.
Il primo è “Voglio fare lo scrittore” Consigli per aspiranti autori in dieci interviste a editori e agenti letterari, di Davide Musso.
Il secondo è “Esordienti da spennare” Come pubblicare il primo libro e difendersi dagli editori a pagamento, di Silvia Ognibene.
Scopriamo che cos’è una casa editrice, un’agenzia letteraria , i criteri adottati per pubblicare un manoscritto e molti consigli per presentarsi davanti ad un editore.
Scopriamo come i grandi gruppi pesino sempre di piu’ nel panorama editoriale italiano dove i piccoli fanno sempre maggiore fatica nel dare vivacità al mondo culturale del nostro Paese.
Scopriamo anche che può essere molto facile pubblicare un manoscritto, basta pagare!
Salvo poi vedersi accantonare i propri volumi in una cantina, insieme a tanti altri che magari non sono apparsi neanche una volta sugli scaffali di una qualsiasi libreria.
Appare poco onesto l’atteggiamento di chi chiede denaro in cambio di una pubblicazione, ma anche poco appagante per l’aspirante scrittore.
Credo che sia possibile esordire come autore senza dover pagare un compenso, o almeno lo spero per tutti voi aspiranti scrittori.
Alla prossima.

20 febbraio 2008

Domani la “Prima Giornata Nazionale del Braille”


Per la prima volta, a partire da quest’anno, il 21 febbraio sarà dedicato alla celebrazione della “Giornata Nazionale del Braille”. Con l'approvazione della legge 126/2007, il Parlamento italiano, primo nel mondo, ha riconosciuto l'importanza fondamentale del braille, la scrittura dedicata alle persone con disabilità visiva che, altrimenti, sarebbero condannati irreparabilmente all'emarginazione.
Il braille è il sistema di lettura e scrittura in rilievo, ideato dal francese Louis Braille (nella prima metà del XIX secolo), che consente ai ciechi e agli ipovedenti del mondo intero di leggere e di scrivere, di comunicare, di studiare, di lavorare: in altre parole, grazie all'alfabeto braille, essi sono divenuti protagonisti consapevoli della loro integrazione sociale.
Il braille fonda la sua originalità esclusivamente sulla percezione tattile: infatti, si tratta di una scrittura leggibile per mezzo delle dita. È un sistema segno-grafico basato su simboli formati da un massimo di sei punti, impressi con un punteruolo su fogli di carta spessa. Oggi il sistema Braille è utilizzato anche in campo informatico e, grazie alla barra braille e display tattile, tanti non vedenti possono scrivere e leggere contenuti con l’ausilio di un personal computer.

La sezione locale di Corigliano dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti festeggia la ricorrenza;
- nella mattinata, distribuendo materiale informativo nelle scuole di ogni ordine e grado di Corigliano;
- nel pomeriggio, a Rossano presso il Centro Polifunzionale, con un seminario sulle problematiche dei giovani disabili visivi nel mondo della scuola e del lavoro e, in concomitanza, con una premiazione, ricorderà Maria Teresa, una bimba disabile scomparsa prematuramente un anno.

18 febbraio 2008

A muso duro... G2 live

Canterò le mie canzoni per la strada
ed affronterò la vita a muso duro
come un guerriero senza patria e senza spada
con un piede nel passato
e lo sguardo dritto e aperto nel futuro...


Questi sono i versi di una tra le più belle canzoni del compianto Bertoli, un grande artista della musica italiana che si è sempre contraddistinto per lo stile e per i testi mai banali delle sue opere (…nelle sue canzoni ha cantato contro la guerra e a favore dei più deboli, ma non solo…).
Personalmente lo considero, al pari di artisti come De André, Guccini, Conte, Gaber, De Gregori, un esempio limpido della bontà della prima canzone d'autore italiana.
"A muso duro", brano in chiave autobiografica sul ruolo civile del cantautore, non è la sola canzone che amo: di Bertoli mi piace tanto "Eppure soffia", uno tra i primi esempi di canzone attenta ai temi dell'ecologismo, "Certi momenti", in cui Bertoli si schiera manifestamente perché le donne abbiano la possibilità di abortire (…canzone oggi più che mai attuale dopo la recente incursione delle forze dell’ordine nell’ospedale napoletano…,) e “Pescatore” cantata assieme a Fiorella Mannoia.

Anche questo video (puoi guardare il primo video, cliccando su sibarinfesta.blogspot.com/2008/02/g2-live.html) è di Ciccio Carrozza che ha ripreso tutto il concerto dei G2 (Giuseppe Roseti al pianoforte e Peppe Carrozza la voce) tenutosi il 17 dicembre 2007 a Sibari.
…. nei prossimi giorni caricherò gli altri video… voi, se preferite, lasciate un commento.

15 febbraio 2008

CineBook: Senza peli sulla lingua



In una fredda sala di periferia dove l’odore di creolina si fondeva con il profumo di caramello che evaporava dalla pellicola, siamo riusciti a vedere appunto “Caramel”, presentato a Cannes 2007, della giovane, brava, bella (è anche la protagonista), esordiente regista libanese Nadine Labaki
In uno sgangherato istituto di bellezza, un gruppo di donne alle prese con la depilazione (fatta con una miscela di zucchero, limone e acqua che portata ad ebollizione si trasforma in caramello, usato come ceretta), si scambiano confidenze.
Donne di diverse generazioni che parlando di loro stesse danno vita ad un film ironico, intenso e commovente.
In quella parte martoriata del mondo, il Libano è forse il paese più libero ed emancipato ma sono ancora molti i pregiudizi e i vincoli a cui è sottoposto il mondo femminile soprattutto quando si tratta di amore, matrimonio e sesso.
Ma di posti dove le donne possano sentirsi mai giudicate, forse, ve ne sono veramente pochi in tutto il pianeta.
Alla prossima.

Il trailer.

13 febbraio 2008

Sibari: Videoclip Carnevale e "Ruppa pignata"

Le foto delle due serate a scopo solidaristico organizzate dalla Parrocchia di San Giuseppe e dalla locale Proloco.
Le foto sono di Cosimo De Marti.

12 febbraio 2008

G2 LIVE

È stata un’indimenticabile serata: musica d’autore italiana e, a seguire, in compagnia di tanti amici, abbiamo degustato buoni vini e specialità culinarie…
Una serata con i G2, o meglio, con i “leggendari” Giuseppe Roseti al pianoforte e Peppe Carrozza la voce, ascoltando i brani che hanno accompagnato le generazioni di ieri e quelle contemporanee.
Ciccio Carrozza, fratello di Peppe, mi ha passato la minidv con le riprese della serata ed io ho selezionato quattro brani da riproporre agli amici del blog e, in particolare, a quelli che, per un motivo o per un altro, si sono persi la serata.
Cominciamo con “Impressioni di settembre”…. nei prossimi giorni caricherò gli altri video.
Grazie Ciccio e voi, magari, lasciate un commento.

10 febbraio 2008

10 febbraio: Giornata del Ricordo delle Foibe


Da un pò di anni il 10 febbraio è divenuto il giorno della memoria dedicato al ricordo tragico delle Foibe, le "fosse" dove migliaia di italiani furono gettati dalle truppe titoiste.
Le foibe rappresentano una delle inguaribili ferite nella memoria e nella coscienza di molti italiani. Dall'8 settembre del 1943 e fino a tutto il 1946, in Istria prima e poi nel territorio di Trieste e in gran parte della Venezia Giulia, i partigiani delle formazioni titine, cui erano in qualche caso aggregate formazioni partigiane italiane, usavano le foibe per eliminare, gettandoveli dentro, italiani, militari o civili che fossero, d'ogni credo e colore politico, colpevoli esclusivamente d'essere italiani.
Il numero delle persone sterminate non è mai stato realmente accertato ma, secondo alcuni studiosi, gli infoibati sono stati tra i 4 mila e i 5 mila. Alle vittime vanno aggiunti i deportati, anche questi a migliaia, nei lager jugoslavi dai quali una gran parte non ha fatto più ritorno.
Basovizza è certamente il luogo simbolo di questa immane tragedia. Questa tristemente famosa voragine non è una Foiba naturale, ma il pozzo di una miniera carbonifera scavato all'inizio del secolo fino alla profondità di 256 metri, nella quale, nel 1945, furono ritrovate le salme di oltre duemila vittime. Una cifra agghiacciante!
E i colpevoli di tali crimini non sono mai stati perseguiti.
Foto: fonte images.google.it

9 febbraio 2008

CineBook: Nelle terre selvagge


Ci sono vicende personali che a noi, abitudinari e conformisti, ci sembrano inventate eppure questa è la vera storia di un ventenne americano che dopo il diploma, conseguito a pieni voti, decide di rompere ogni legame con la propria famiglia e, rinunciando ad una brillante prospettiva universitaria, decide di girovagare negli Stati Uniti.
Una canzone della colonna sonora, bellissima, dice: abbiamo tanto, vogliamo sempre di più, pensiamo che ci sia tutto necessario ed invece potremmo farne a meno.
E’ con questo spirito che Christophers McCandless taglia ogni possibile legame con il la “civiltà” consumista per recuperare un rapporto incontaminato con la natura attraverso un viaggio che lo porta ad incontrare un’umanità solitaria ed invisibile ai più fino al raggiungimento della libertà estrema INTO THE WILD.
Un pensiero ci ronza nella testa all’uscita dalla sala: la propria felicità va divisa con gli altri.
Regia di Sean Penn.
Alla prossima.

9 Febbraio: Giornata di Raccolta del Farmaco


Oggi in tutta Italia si tiene la campagna “Regala un farmaco” promossa dal Banco Farmaceutico (www.bancofarmaceutico.org), un’associazione onlus che dal 2000 cerca di aiutare le persone indigenti rispondendo al loro bisogno di farmaci.
Basterà recarsi nelle farmacie che espongono la locandina e acquistare un farmaco da banco per donarlo a chi non può permettersi di comprarlo.
Regala un farmaco a chi ne ha bisogno! Con un piccolo gesto si può contribuire a migliorare la vita delle persone che vivono ai limiti della sussistenza e non possono permettersi non il superfluo, ma un farmaco.

7 febbraio 2008

Salvatore canta Grignani

Un’esclusiva per SibarinFestA dedicata agli amici del forum di Grignani.


Lascia un commento.

3 febbraio 2008

50° Carnevale di Castrovillari e Festival Internazionale del Folklore

È CARNEVALE! …Il programma degli eventi previsti dal 4 al 5 febbraio.
LUNEDI’ 4 FEBBRAIO 2008
Ore 10.00, Teatro Sybaris, Protoconvento Francescano - XVI Seminario di studi e concorso scolastico sul tema Testi e “Testamenti” del Carnevale, VIII premio Loiacono Mont Blanc. Presiede il prof. Aurelio Rigoli, relazione introduttiva della prof.ssa Annamaria Amitrano.
Ore 15.30, Polisportivo Comunale I° Maggio, Stadio Comunale “Mimmo Rende”- “I Torneo Nazionale Carnevale Castrovillari”. Quadrangolare di Calcio, categoria allievi: Reggina – Napoli – Castrovillari – Bari.
Ore 18.00 - SCORRIBANDE per le strade cittadine
Ore 19.00, Via Roma - Carnevale In…Canto , 2° concorso canoro per giovani talenti.
Ore 21.00, Teatro Sybaris, Protoconvento Francescano - GRAN GALÀ DEL FOLKLORE XI PREMIO CULTURA. Presenta: Lucio Rizzica.
Ore 23.30, Protoconvento Francescano - Festa brasiliana al bar del Protoconvento

MARTEDI’ 5 FEBBRAIO 2008
Ore 9.30, Polisportivo Comunale I° Maggio – Stadio Comunale “Mimmo Rende”- “I Torneo Nazionale Carnevale Castrovillari”.Quadrangolare di Calcio, categoria allievi: Reggina – Napoli – Castrovillari – Bari.
Ore 11.00, Sala Giunta, Palazzo Gallo - SCAMBIO DEI DONI: 50° Festival Internazionale del Folklore.
Ore 15.00 - Sfilata dei Gruppi Mascherati, Carri Allegorici e Gruppi Folklorici. Percorso: Via Polisportivo - C.so Calabria - Via XX Settembre - Ponte Caldora.
Ore 18.00 - SCORRIBANDE per le strade cittadine.
Ore 18.00, Via Roma - INCONTRIAMOCI IN PIAZZA, passeggiate in maschera.
Ore 18.00 - 50° Festival Internazionale del Folklore, esibizione del folklore internazionale in Via Roma.
Ore 19.00, Via Roma - CONTRIBUTO VOLONTARIO DI CARNEVALE, estrazione biglietti.
Ore 19.30, Via Roma - CONCORSO GRUPPI MASCHERATI e CARRI ALLEGORICI, premiazione.
Ore 20.00, P. zza Giovanni XXIII - Falò di Re Carnevale, con i fuochi di San Severo.
Ore 22.00, Operà Disco Club - BALLO DI ADDIO AL CARNEVALE con la partecipazione di tutti i gruppi folklorici.


Manifestazioni correlate:
3° Concorso Laboratorio per Artisti di Strada
16° Concorso fotografico
VII Rassegna Enogastronomica “Il Carnevale e le tradizioni culinarie”
Stand di Ritrattisti e Caricaturisti.
Stand di Truccatori e Acconciatori.
Stand di esposizione e vendita: la maschera di ceramica, cuoio e cartapesta.
I Poeti cantano il Carnevale: concerti per cantastorie nei locali castrovillaresi.

Mostre:
L’organtino di Gerardo Sacco, presso la Gioielleria Annicchiarico in Via Roma
“I Carnevali d’Italia”, mostra di cartoline a cura di Giuseppe Emanuele.
“Nel Paese del Carnevale - viaggio per immagini nel Brasile contemporaneo, mostra fotografica di Patrizia Giancotti.
Il Carnevale del Pollino festeggia i 50 anni, mostra fotografica e documentale presso il Protoconvento Francescano.

N.B. www.sibarinfesta.blogspot.com non è responsabile delle eventuali variazioni apportate al programma.

1 febbraio 2008

CineBook: Caos alle poste

“E’ stata senza dubbio la scena più forte della mia carriera, e non nego che mi ha lasciato un segno”
Questo è ciò che racconta Isabella Ferrari, in una intervista a Vanity Fair, a proposito di una scena di sesso bollente fra lei e Nanni Moretti nel film di prossima uscita nella sale italiane e dal 13 in concorso al Berlino film festival.
‘Caos Calmo’ è il titolo del film, tratto dal libro di Sandro Veronesi, con la regia di Antonello Grimaldi.
L’anteprima del 2 febbraio è saltata per un ritardo del visto della commissione censura.
Sicuramente per difficoltà di smaltimento della corrispondenza, a causa dell’enorme afflusso nel periodo natalizio, da parte delle pptt (centra anche l’organico delle pptt stesse ci ha detto un amico delle stesse dipendente) il visto tarderà qualche ora ad arrivare.
Non credo proprio che la gentile commissione censura si faccia prendere da un nostalgico rigurgito oscurantista.
La scena citata, girata sul set con un telefonino (di chi?) e visibile su You Tube non sembra granché
scandalosa….( non sembrava, visto che ora non è più online).
In attesa di vedere quella originale, veramente vorremmo vedere tutto il film, ci godiamo il video del backstage. Buona visione
Alla prossima.

CineBook: la nuova rubrica di SibarinFestA

Questo spazio dovrebbe, anzi vorrebbe, occuparsi di libri.
In che senso, scusi: critica?
No, criticare è sempre antipatico.
Si può parlare di qualcuno o qualcosa senza necessariamente criticare!
Vorremmo parlare di un libro nel senso che per quel libro ci piace.
Chiariamo, leggiamo un libro, ci piace, non ci piace, ci piace così così,
parliamone.
Se vogliamo, altrimenti non ne parliamo.
E parliamo di un altro libro che magari non abbiamo letto ma di cui abbiamo letto che …
Insomma parliamo di quello che vogliamo come più ci piace.
Anche perché c’è ne sono già tanti che parlano di quello di cui si deve nel modo in cui è dovuto.
Va be’, vedremo.
Ah, dimenticavo pure di cinema…. E ci fermiamo.
Alla prossima.