SibarinFestA è un blog amatoriale dedicato alle iniziative di arte musica e cultura della Sibaritide. Uno spazio virtuale pensato per comunicare e far conoscere gli eventi di Sibari e dintorni e, al tempo stesso, per dare ai “naviganti” la possibilità di esprimere pareri, commenti, critiche e considerazioni sulle diverse occasioni proposte. Lo spazio è aperto al contributo di tutti i visitatori che hanno qualcosa da raccontare o semplicemente da segnalare.

Per segnalare notizie, iniziative, critiche e quanto altro ritieni utile far conoscere a noi e agli amici del blog clicca qui.

Ultimi post pubblicati

27 luglio 2009

L'ARTE NON È UN PRIVILEGIO... Ed. 2009: la Riffa di Beneficenza - Biglietti estratti

L'Arte Non è un Privilegio... Ed. 2009: la Riffa di Beneficenza.
Vai all’elenco dei biglietti estratti.

25 luglio 2009

Una storia d’amore narrata in versi.

Domenica 26 luglio, alle ore 20:30, ai Laghi di Sibari, la Casa Editrice Kimerik presenta il libro “LA NOTTE È BUIA SOLO PER CHI È SENZA AMORE” di Cesare Natale.
Di seguito l'intervista a Cesare Natale per Parlamidite.com.

D - Incontriamo Cesare Natale che ha pubblicato il libro di poesie “La notte è buia solo per chi è senza amore”. Partiamo dal titolo. Se la poesia è sintesi, la scelta del titolo vuole rappresentare un’ulteriore riflessione?
R - Si, l’amore vede oltre il buio, chi ne ha il cuore pieno ha sempre una luce che illumina il proprio cammino
D - Il tema principale è evidentemente l'amore. Che messaggio vuole dare a chi legge le sue poesie?
R -Di non perdere mai la speranza, l’amore è sempre dietro l’angolo, non bisogna mai smettere di cercarlo, il consiglio è di guardarlo con gli occhi del cuore.
D - Ci sono altri temi che il lettore dovrebbe cogliere?
R - La capacità di attendere, la speranza, i sogni che si realizzano.
D - Scrive di getto o rielabora le cose scritte?
R - -Si, la prima cosa che scrivo è quella che rimane.
D - C’è una nota autobiografica nelle pagine del suo libro?
R - Si, in tutte le mie poesie c’è un vissuto e per capirlo fino in fondo bisogna vivere i quattro capitoli del libro: passare dalla ricerca dell’amore e provare gioia nel trovarlo, perderlo e provare una disperazione profonda fino a rasentare la rassegnazione. Poi il destino ci mette del suo e, quando tutto sembra perso per sempre, ecco di nuovo i suoi occhi e improvvisamente il cuore ricomincia a battere e questa volta è per sempre.
D - Cosa pensa della scrittura? In questo mondo così dinamico e così frenetico abbiamo ancora tempo per la riflessione lirica? C’è spazio per la parola poetica?
R - Attraverso la poesia si riescono ad esternare, in sintesi, tutte le emozioni. I sentimenti e le emozioni fanno parte del nostro vivere e tutti, a volte, sentiamo la necessità di fermarci a riflettere su di esse. Ho potuto constatare di persona che anche il più scettico può rimanere incantato da una riflessione o da un forte sentimento espresso attraverso la parola poetica.
Si può dire che leggere le poesie fa bene al cuore.
D - Conosciamo meglio l’Autore, di cosa si occupa? Si vuole raccontare e vuole raccontarci il suo mondo privato?
R - Svolgo la mia attività di infermiere da 36 anni, professione che mi ha permesso di vivere la sofferenza a trecentosessanta gradi, mi ha permesso di pormi in relazione con tanta gente, di entrare nelle case di chi si fidava ciecamente di me e del lavoro che andavo a svolgere, mi ha permesso di sviluppare una capacità relazionale empatica tale da poter capire ed aiutare chi me lo chiede.
Mio padre faceva il pescatore e questo mi ha portato a vivere allo stretto contatto con la natura e ad apprezzare anche le cose più semplici.
Amo lo sport e lo pratico nel tempo libero: calcetto, palestra e corsa.
Scrivere rappresenta per me un momento magico, un modo per riuscire ad esternare tutto il mio essere, dalla più piccola riflessione alla più grande emozione.
D - Nell’angolo privato di Cesare Natale quali sono le cose a cui non può rinunciare?
R - Essere sempre quello che sono continuando a credere che la tua vita prima o poi, con costanza e tenacia, può seguire il percorso che hai sempre desiderato.
Amo curare la mia persona attraverso lo sport al quale non rinuncerei tanto facilmente.
D - Da cosa nasce la sua passione per la scrittura?
R - Tutte le forti emozioni possono portarti a desiderare scrivere, io ho incominciato a seguito di una profonda solitudine interiore che mi ha accompagnato per tanti anni, ma poi è ritornato quel sentimento di gioia immensa che mi ha permesso di dare un percorso al mio scrivere.
D - Ha altri progetti letterari nel cassetto?
R - Si, ho appena terminato un romanzo scritto a quattro mani, è una novità perché nello stesso libro ci sono due modi di essere, di scrivere, di pensare in modo diverso e dentro c’è tanta poesia.
Più un altro progetto ambizioso.


Visita il sito www.kimerik.it

21 luglio 2009

Cultura e Solidarietà: Parte L’ARTE NON È UN PRIVILEGIO… ED 2009

“Certo, l’arte non dovrebbe essere un privilegio, ma una possibilità di entrare nei misteri della vita e far acquisire la consapevolezza della bellezza, regalarci un senso nuovo dell’esistere. Ma molti artisti hanno fatto di tutto, diventando oscuri e incomprensibili, per fare in modo che l’arte diventasse un privilegio, molto falso e pretestuoso, comunque un privilegio che esclude il mondo dal godimento”. (Dante Maffia)

L’Associazione di Volontariato IL PARADISO DEI POVERI - Onlus presenta:
Il fiore della Solidarietà: L’ARTE NON È UN PRIVILEGIO…
Collettiva di pittura e solidarietà 24 / 26 Luglio 2009


Ascolta lo spot
video


Venerdì 24 Luglio 2009, a partire dalle ore 19;00, Quadrato Compagna a Schiavonea di Corigliano Calabro
Sabato 25 Luglio 2009, a partire dalle ore 19;00, Piazza Municipio a Trebisacce
Domenica 26 Luglio 2009, a partire dalle ore 19;00, Centro Commerciale ai Laghi di Sibari


La manifestazione gode del Patrocinio di:
- AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI COSENZA;
- AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CASSANO ALLO IONIO;
- AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CORIGLIANO CALABRO;
- AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI TREBISACCE;
- PRO LOCO DI CORIGLIANO CALABRO;
- PRO LOCO DI TREBISACCE;
- ASSOCIAZIONE LAGHI DI SIBARI.
Artisti:
FRANCO ABATE, MIMMO ALOISE, ALFREDO BRUNI, SIMONA CAMPANA, CINZIA COCO, LOREDANA E ANGELICA CONSO, SILVANA CORTESE, ANNA D’ANTUONO, ANGELA FAZZITTA, GIUSY EMANUELE, TERESA GODINO, PASQUALE MALAGRINÒ, FRANCESCA MANTEGNA, CARMELINA MILANO, ELENA PRIORE, ANNAMARIA LUCREZIA RAGO, LUIGINA SASSONE, ARMANDO SDAO, MENA STASI, KATHARINA WERNER.
Intervengono: DANTE MAFFIA, poeta e scrittore; GIANNI MAZZEI, poeta e scrittore.
Ideatori e responsabili dell'iniziativa: ROMILDA CIARDULLO, PAOLO PELLICANO, ROBERTO MOTTA.
Coordina la serata finale: FRANCO MAURELLA, giornalista.
Intrattenimento musicale a cura di: M° ALESSANDRO ESPOSITO e SALVATORE GOLIA.
Media Partner: COMETA RADIO - Corigliano Calabro

Per informazioni:
Romilda Ciardullo, ilparadisodeipoveri@alice.it, (+39) 0981 79132
www.ilparadisodeipoveri.org

19 luglio 2009

20 luglio 1969: La luna a quarant'anni dallo sbarco.

La missione Apollo 11 (Neil Armstrong, comandante e primo uomo a camminare sul suolo lunare, Michael Collins, pilota del modulo di comando, Buzz Aldrin, pilota del modulo lunare) fu la prima a portare un essere umano sulla superficie della Luna.

Ma, sulla luna, ci siamo andati o no? Di seguito un breve spezzone che ripercorre la lunga diretta Rai con lo sbarco sulla Luna. È il 20 luglio 1969. Nello Studio 3 di via Teulada Andrea Barbato dirigeva un team di giornalisti tra cui Tito Stagno.


Anche Google celebra i 40 anni dallo sbarco dell'uomo sulla luna. Proprio in questi giorni ha reso disponibile un aggiornamento per Google Earth. Nella versione 5.0 è attivo un atlante interattivo in 3D della superficie lunare. Google festeggia con spettacolari immagini l'allunaggio di quel lontano 20 luglio 1969. Foto d'epoca, tragitti degli astronauti e immagini travolgenti in stile "Street View", vi cattureranno.

Leggi altro.

18 luglio 2009

BENVENUTA ERICA!

OGGI, ALLE 16:05 È NATA LA PICCOLA ERICA... 3,100 KG.

TANTISSIMI AUGURI A MAMMA CARMELA, A PAPÀ COSIMO E UN GROSSO BACIO ALLA PICCOLA ERICA!

15 luglio 2009

CineBook: Le Notti dello Statere ed. 2009

Ritorna “Le Notti dello Statere”, l’atteso evento cinematografico delle notti estive sibarite.
Luca Iacobini, presidente del Circolo Cinema Calabria, ci informa che l’edizione 2009 della rassegna cinematografica si terrà dal 23 al 24 luglio ai Laghi di Sibari (nell’area predisposta di fronte al Bar Mario).
Questo il programma:
il 23 - proiezione del film "Io non ci casco", ospite della serata l’attore e regista Pasquale Falcone;
il 24 - "Da domani mi alzo tardi", omaggio a Massimo Troisi, spettacolo tratto dall'omonimo libro di Anna Pavignano con musiche dal vivo e immagini inedite di Massimo Troisi.
Alle serate saranno presenti il regista Alessandro Piva e l'attore Luciano Scarpa.
Inizio spettacoli ore 21:00, ingresso gratuito.

Guarda il trailer.

14 luglio 2009

Una piazza “virtuale” intitolata alle VITTIME INNOCENTI DELLA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA.

SibarinFestA e Sibari SOS aderiscono all’iniziativa “La Lunga Marcia della Memoria” (14 - 25 luglio 2009), evento promosso dall’associazione daSud contro le mafie e per i diritti, intitolando simbolicamente questa "piazza virtuale” alle “VITTIME INNOCENTI DELLA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA”.

Leggi altro.

12 luglio 2009

“MAGNA GRAECIA TEATRO” edizione 2009: prime notizie

In attesa dell’ufficializzazione del cartellone dell’edizione 2009 del “Magna Graecia Teatro”, la rassegna teatrale itinerante che si tiene nei più incantevoli siti archeologici della Calabria, eccovi alcune anticipazioni.
Giancarlo Zanetti, attore e regista, neo direttore artistico del festival, ha messo in cartellone 60 rappresentazioni distribuite nei 12 siti archeologici calabresi: Borgia, Sibari, Crotone, Diamante, Lamezia Terme, Locri, Monasterace, Palmi, Reggio Calabria, Ricadi, Rosarno e Vibo Valentia.
Tra gli artisti che dovrebbero partecipare alla rassegna figurano, tra gli altri, Giorgio Albertazzi, Paola Cortellesi, Leo Gullotta, Mariano Rigillo, Valeria Valeri. Chiara Muti e Pamela Villoresi.
Tra gli spettacoli inseriti nel programma anche due esperimenti. Il primo, uno spettacolo comico in cui si tratta il tema della disabilità attraverso il costante ribaltamento in chiave ironica dei luoghi comuni sui portatori di handicap. L’altro riguarda il cosiddetto “teatro da mangiare”, con lo spettacolo “Pasticceria” caratterizzato dalla preparazione dal vivo di dolci di ogni genere che, a fine serata, saranno offerti agli spettatori.

Estate 2009: Aggiornato il calendario degli eventi

Abbiamo aggiornato il calendario degli appuntamenti d'arte musica e cultura. Vai all'elenco completo.

Clicca qui per segnalarci un evento.

11 luglio 2009

Sybaris al RomaFictionFest

Da sinistra: lo story-board artist Aino Leonardo, il delegato della città sibarita Giuseppe Roseti, il regista J.River e l'attore S. Audia


ROMA - Ore venti in punto di mercoledì 8 luglio. Chiuse le porte del Multisala Adriano, e per i fortunati che sono riusciti a prendere il biglietto in tempo, è iniziato il viaggio verso il sacro. Chi si era preoccupato di trovarsi di fronte all’ennesimo film religioso si sbagliava di grosso! Un viaggio verso la vita e la sacralità dell’esistenza umana, l’esplorazione nell’adimensionale, lanciati a 3.000 anni fa all’epopea magno greca ricostruita in 3d e l’umanizzazione quasi per assurdo di un essere ‘mostro-angelo’, realizzato anch’esso interamente in computer grafica (e battezzato dai suoi creatori con il nome Lùghin). Questo è il film ‘Sacro Codice’ – regia di Jordan River, di cui si sono presentate in anteprima assoluta al RomaFictionFest nella sezione ‘Lavori in corso’ le prime scene ultimate. Il progetto ha infatti tutti gli elementi dei grandi film pianificati secondo logiche culturali e commerciali; ultimate, ad esempio, molte scenografie virtuali ambientate nell’antica città di Sybaris (si racconta, nel film, anche il momento della distruzione di questa splendida città magno-greca, avvenuta intorno al 510 a.C., sul cui stesso perimetro vennero fondate altre due città, Thurii e Copia). L’intera città sarà ricostruita in 3D da esperti del settore. Finita la proiezione, in sala seguono un istante di quasi sacro silenzio ed un forte applauso, trasportato dalle emozioni. Ed ecco che partono gli interventi degli autori presenti in sala. Il regista, sulla scia del film, inizia a parlare della magia del sacro facendo riflettere ed affascinando i presenti. Solo dopo aver visto le scene proiettate e parlato poi di trascendenza, ecco infatti che la spiritualità si stratifica e s’intreccia con il fantasy, discostandosi dalla religione senza allontanarsi dai temi che appartengono comunque all’uomo.Intervenuti alcuni degli interpreti: al suo esordio la splendida attrice Maya Francione (italiana di radici maltesi), l’attore Antonello Lombardo ed il caratterista Adolfo Adamo (che danno anima e voce a Lùghin), l’attore calabrese Salvatore Audia nonché il supervisore agli effetti speciali Gianfranco Confessore e il compositore della colonna sonora Angelo Talocci, che con la sua musica studiata per il sacro codice (che non ha nulla da invidiare alle colonne sonore dei kolossal americani) ha lasciato tutti stupiti in sala. Dopo questo esordio romano, per il “Sacro Codice” attese e sfide produttive molto interessanti: con budget contenuti, le due società italiane coinvolte (la Corbec Film e l’Advanced Virtual Research), con la scelta di aprire l’ingresso a nuove società, intendono orientare la realizzazione del film anche in stereoscopia (con visione attraverso occhiali 3D elettronici), un primato storico in Italia per un progetto di alto spessore. Presente in sala Giuseppe Roseti di anni 28, residente nella frazione di Sibari (comune di Cassano allo Ionio), che su delega del Sindaco Gianluca Gallo parte dal profondo sud per portare un segno che subito diventa simbolo e messaggio intriso di misticismo tanto quanto il film stesso:consegnata l’antica moneta Sibarita segue infatti la proposta di proiettare ‘Sacro Codice’ negli scavi di Sibari, all’interno della rassegna Magna Grecia ‘viaggio nei siti archeologici della Calabria’ Il delegato ha potuto allacciare dei legami con il regista Jordan River e la produzione in attesa di ospitare nella nostra Sibari tutto il cast per l’anteprima del film SACRO CODICE.

Per info
www.sacrocodice.com
www.romafictionfest.it